La tecnologia di protezione della MotoGP al servizio dei lavoratori in altezza

Presentato il nuovo modello WorkAir Back: copertura più estesa per schiena, collo e coccige
Con questa novità la gamma di DPI ad alta tecnologia, già vincitrice dell’ADI Design Index 2022, arriva a 3 modelli

Sono quasi 30.000 ogni anno gli infortuni sul lavoro causati da cadute dall’alto e D-Air Lab, la startup nata dall’esperienza Dainese nel mondo motorsport, risponde a queste statistiche ampliando nuovamente la sua gamma di gilet intelligenti che utilizzano i sistemi di protezione ad aria per i lavoratori in quota.

Ogni anno il 4% degli infortuni – circa 700.000 nel 2022 – sul lavoro, percentuale che sale fino al 10% per i casi mortali, è stata causata da una caduta dall’alto e le lesioni alla colonna vertebrale rappresentano la terza causa di fatalità negli incidenti mortali. A dirlo è una ricerca INAIL che ha analizzato in numeri raccolti dal 2017 al 2022 a cui si è aggiunta lo scorso 28 aprile, giornata mondiale della sicurezza sul lavoro, ANMIL: “il fenomeno di infortuni e morti sul lavoro vede ogni anno migliaia di famiglie devastate per incidenti evitabili o che devono iniziare una vita diversa a causa dei traumi subiti dai propri cari con le cui conseguenze dovranno convivere per il resto della loro vita”.

Secondo la Commissione parlamentare d’inchiesta sulle condizioni di lavoro in Italia (maggio 2021) ogni anno, oltre al costo umano altissimo, gli infortuni sul lavoro assorbono una percentuale dal 3 al 6 percento del PIL.

Proteggere il corpo umano con sistemi airbag è la missione di D-Air lab, startup innovativa nata dall’esperienza della Dainese per estendere tecnologie e conoscenze dedicate sinora al mondo dello sport anche alla protezione dei lavoratori in altezza – come li definisce il Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro.

WorkAir, è un airbag in grado di riconoscere la caduta di chi lo indossa e gonfiarsi in soli 40 millisecondi proteggendo schiena e torace. È il primo Dispositivo di Protezione Individuale del suo genere ad aver ottenuto la certificazione come DPI dopo aver superato con successo i 286 singoli test previsti per l’ottenimento della qualifica.

I laboratori della startup vicentina hanno completato gamma e funzionalità di questo dispositivo realizzando il modello WorkAir “Back” contraddistinto da una copertura specifica per la zona della schiena che si estende a collo e coccige e che si aggiunge alla linea che già include le versioni “Original” – la prima di questa nuova generazione di DPI – e “Light”, la versione caratterizzata da una struttura più compatta e aperta, particolarmente indicata per situazioni di lavoro che richiedono imbragatura.

La nuova versione “Back”, presentata per la prima volta alla Fiera di Dusseldorf “A+A” di ottobre 2023, è dedicata alla protezione della schiena e quindi della colonna vertebrale e, grazie alla particolare costruzione della parte pneumatica, si amplia andando a coprire collo e coccige quando l’airbag si gonfia. WorkAir Back è dedicato alla protezione dei lavoratori che operano ad altezze per le quali non è richiesto l’uso di dispositivi anticaduta e in tutti quei casi in cui la dinamica di caduta è soprattutto all’indietro. 

È quindi particolarmente indicato a chi esegue lavori sotto i 2 m come elettricisti, pittori, operai edili, tappezzieri e antennisti. 

Dalla sua commercializzazione ad oggi, WorkAir è stato adottato da aziende che operano in vari settori come quello delle costruzioni, energetico, dell’aviazione e logistica, come Enel e TIM,  per le loro squadre al lavoro sui tralicci, e dal Gruppo ICM per i lavoratori in quota, confermando in questo modo le ore di “sperimentazione sul campo”. Ha vinto inoltre il premio per l’innovazione ADI Design Index 2022 entrando in lizza per Premio Nazionale per l’Innovazione al prossimo Compasso d’Oro del 2024.

Aziende

CON UNA JOINT VENTURE DA 9 MILIONI DI EURO INIZIALI, ENERGRED ACCELERA CON ACP SGR I SUOI PROGETTI AD ALTO IMPATTO AMBIENTALE

Un primo investimento da 6,4 milioni di euro è già stato individuato e contrattualizzato, distribuito su 12 progetti di impianti fotovoltaici integralmente localizzati in Italia, di cui 11 greenfield e uno brownfield, per una potenza complessiva pari a 5,4 MWp. Considerata oggi la “Ferrari del fotovoltaico”, l’azienda EnergRed (www.energred.com) fondata dall’ingegnere Moreno Scarchini annuncia di aver siglato un importante accordo […]

Read More
Aziende

ONLYOFFICE Docs giunge alla versione 8.0

Moduli PDF, interfaccia RTL, Goal Seek, creazione guidata dei grafici, interfaccia dei plugin aggiornata e altro ancora La nuova versione della suite per ufficio online offre vari miglioramenti delle funzionalità e alcuni miglioramenti dell’interfaccia, tra quali sono – possibilità di creare moduli complessi in PDF, più funzionalità per la creazione e la compilazione dei moduli, supporto del testo bidirezionale e […]

Read More
Aziende

OPEN FIBER, GARANZIE SULL’ANTICIPO DEI FONDI PNRRPER LO SVILUPPO DEL PIANO “ITALIA A 1 GIGA”

L’operazione è stata organizzata da Allianz Trade in qualità di gestore ed ente emittente con il supporto del Gruppo SACE e un pool di compagnie assicurative nazionali ed internazionali. Open Fiber ha ottenuto una linea di credito per l’emissione di Garanzie Fidejussorie a sostegno dell’anticipo del 30% dei fondi del PNRR (pari a circa 550 […]

Read More