DONAZIONE DI 100 MILIONI DI DOLLARI ALLA JOHNS HOPKINS UNIVERSITY SAIS DA PARTE DI JAMES E MORAG ANDERSON

Il più grande contributo privato ad un’università in Italia si avvarrà delle competenze dei docenti e ricercatori della Johns Hopkins per formare la prossima generazione di esperti internazionali e offrire soluzioni multidisciplinari e innovative a problemi globali

BOLOGNA, Italia e BALTIMORA, Maryland, Stati Uniti – La Johns Hopkins University ha annunciato oggi una donazione di 100 milioni di dollari ad alto impatto trasformativo da parte dei filantropi James e Morag Anderson al campus europeo della Johns Hopkins School of Advanced International Studies (SAIS) a Bologna, donazione che creerà nuove opportunità per studenti e docenti provenienti dall’Europa e da tutto il mondo per affrontare le molteplici sfide di un mondo in rapida evoluzione.

La donazione consentirà alla Johns Hopkins di espandere il campus di SAIS Europe a Bologna, rendendolo un polo internazionale di ricerca e collaborazione in grado di riunire accademici e professionisti di spicco da tutto il mondo, per formare la prossima generazione di esperti internazionali, offrire soluzioni multidisciplinari ai problemi globali, facilitare la ricerca scientifica e tecnologica sulle politiche pubbliche e lavorare per la pace e lo sviluppo democratico.

James Anderson, investitore basato a Edinburgo, è presidente dell’Advisory Council della Johns Hopkins University SAIS Europe e membro del Consiglio di amministrazione dell’università. Ex studente di SAIS Europe, è alumno e sostenitore di lunga data della scuola. 

“La donazione di James e Morag Anderson è rivoluzionaria. Con essa, SAIS Europe potrà affermare ulteriormente il suo ruolo di centro nevralgico per la ricerca, l’apprendimento e le politiche pubbliche in un momento critico della storia globale. Tra i contributi filantropici privati più significativi a beneficio dell’istruzione accademica in Europa e il più importante a livello italiano, esso esprime la convinzione degli Anderson che le università possono svolgere un ruolo unico nel plasmare e rafforzare la società democratica”, ha dichiarato Ronald J. Daniels, Presidente della Johns Hopkins. “Dalla nostra fondazione nel 1876, la Johns Hopkins University ha affrontato le grandi sfide della società attraverso la ricerca, la scoperta e mettendosi al servizio all’umanità. Questa donazione ci permette di continuare a crescere a partire dalla nostra importante tradizione e di espandere su scala globale l’impatto della prima università di ricerca americana”.

“SAIS Europe mi ha insegnato che per i leader è fondamentale ragionare in modo critico e creativo sui problemi complessi che non hanno risposte facili”, ha dichiarato James Anderson. “Credo che sia essenziale permettere agli studenti più talentuosi e motivati di studiare con i nostri docenti a Bologna, indipendentemente dalle loro disponibilità economiche, e creare opportunità per amplificare l’impatto della Johns Hopkins oltre i confini e gli oceani. Credo nella visione dell’università e di SAIS Europe e spero che altri si uniscano a me per aiutarci a realizzare le nostre ambizioni”.

SAIS Europe è stata fondata nel 1955 con un particolare focus sugli affari internazionali e i contesti di cooperazione transnazionale e di pace, in un momento critico dello sviluppo dell’ordine mondiale del dopoguerra. Oggi, la sede di SAIS Europe a Bologna rappresenta un ponte eccezionale tra diverse parti del mondo, non solo per la collaborazione diretta con il campus principale di SAIS a Washington D.C., in America e con il suo storico programma a Nanchino, in Cina, ma anche grazie all’intersezione di attività accademiche, di ricerca e di convegni in Europa, nei paesi confinanti in Africa e nel bacino del Mediterraneo, e oltre.

La donazione degli Anderson eleverà ulteriormente SAIS Europe quale hub europeo della Johns Hopkins, creando un centro di ricerca interdisciplinare e dinamico che si basa sui 70 anni di presenza della Johns Hopkins in Europa. In qualità di prima università di ricerca americana, dal 1876 la Johns Hopkins è all’avanguardia nella creazione, nella cura e nella divulgazione di fatti e verità affidabili con lo scopo di migliorare il mondo. 

I filantropi James e Morag Anderson sono importanti sostenitori delle arti e di iniziative educative, sportive e giovanili in Scozia. Il loro rapporto filantropico con SAIS Europe parte nel 2001 e il loro sostegno è alla base di molti dei recenti traguardi raggiunti dal campus europeo, dalla ristrutturazione della sua sede, rinomata per l’architettura, fino al finanziamento di borse di studio per gli studenti e cattedre per i docenti. Dopo essersi laureato in storia all’Università di Oxford, James si è iscritto nel 1981 a SAIS Europe, dove si è specializzato in Affari Internazionali.

Come riconoscimento per la loro donazione, l’università intitolerà la sede di Bologna “James and Morag Anderson Campus”.

“SAIS è rinomata per la sua capacità di riunire studiosi e professionisti di spicco per elaborare soluzioni innovative alle complesse questioni del XXI secolo”, ha dichiarato il Preside di Johns Hopkins University SAIS James Steinberg. “Gli Anderson hanno dato il via all’ambiziosa trasformazione che porterà a realizzare la nostra visione futura di SAIS Europe come istituzione di riferimento per la ricerca, l’insegnamento e l’impegno pubblico sulle pressanti sfide globali. È difficile immaginare un obiettivo più essenziale o un momento più critico di questo”.

Johns Hopkins SAIS, costantemente posizionata tra le migliori istituzioni per lo studio della politica internazionale, dell’economia e delle lingue straniere, conta attualmente più di 1.100 studenti in oltre 20 programmi tra Washington, Nanchino e Bologna e ha oltre 20.000 alumni che ricoprono ruoli di leadership in tutto il mondo, di cui 8.500 hanno trascorso almeno un anno del loro percorso formativo presso il campus di Bologna. SAIS Europe conta circa 200 studenti provenienti da 40 Paesi, preparati da un corpo docente residente, insieme a professori a contratto provenienti da istituzioni e organizzazioni di spicco in Europa e nel mondo. Gli ex allievi di SAIS Europe – tipicamente conosciuti come Bolognesi – vivono e lavorano in tutto il mondo in posizioni di leadership nel settore pubblico e privato, nelle istituzioni multinazionali, nelle organizzazioni no-profit, nei media e nel mondo accademico.

“Negli ultimi 70 anni, SAIS Europe ha dato un contributo significativo alle relazioni internazionali, ospitando alcuni degli accademici e professionisti più influenti del mondo, da premi Nobel a primi ministri”, osserva il Direttore di SAIS Europe Michael Plummer. “Questa donazione ci permetterà di continuare a crescere a partire da questa tradizione eccezionale e di rendere SAIS Europe a Bologna la destinazione principale per la formazione dei leader, attuali e futuri, provenienti dall’Europa e da tutto il mondo, che hanno l’ambizione di applicare analisi lungimiranti e basate su dati concreti alle pressanti e molteplici questioni politiche, così da migliorare il mondo. Non c’è altra scuola o università più preparata di SAIS Europe e della Johns Hopkins per cogliere le opportunità di ricerca e formazione che ne derivano”.

La “Vision 2030” di SAIS Europe

Il contributo degli Anderson dà il via all’attuazione del piano strategico Vision 2030 di SAIS Europe. La donazione degli Anderson sosterrà in particolare i quattro pilastri di Vision 2030: l’espansione del corpo docente, il fondo per l’integrazione con le altre scuole e i campus di Johns Hopkins, le borse di studio e lo sviluppo delle strutture del campus. Inoltre, consentirà a SAIS Europe di rafforzare la collaborazione con altre università europee in diverse aree di studio delle politiche globali.

Espansione del corpo docente

L’espansione del corpo docente fisso a tempo pieno è fondamentale per il successo di Vision 2030. La donazione degli Anderson consentirà a SAIS Europe di assumere studiosi e professionisti a tempo pieno in grado di rafforzare l’impegnativo curriculum, il profilo globale e le iniziative di ricerca in molte aree programmatiche chiave, quali:

  • Studi mediterranei
  • Rischio globale/Analisi del rischio
  • Sviluppo sostenibile e clima
  • Studi europei (compresa Europa Orientale ed Integrazione europea)
  • Nuove tecnologie e relazioni internazionali
  • Organizzazione industriale, finanza e mercati

Fondo per l’integrazione

Il concetto fondamentale del Fondo per l’integrazione è quello di approfondire l’integrazione di SAIS Europe con la platea di scuole e centri della Johns Hopkins University negli Stati Uniti e in Cina. L’attuale Fondo per l’integrazione, creato nel 2017 grazie a una precedente donazione degli Anderson, sarà ampliato in modo esponenziale così da sostenere fino a 20 programmi di scambio annuale riservati a docenti e personale amministrativo. Il fondo promuoverà l’insegnamento e la ricerca interdisciplinare più innovativi, con l’obiettivo di offrire uno spazio di incontro sistematico per i leader europei e dei Paesi limitrofi del bacino del Mediterraneo e del Medio Oriente. 

BORSE DI STUDIO –

Borse di studio per studenti

Il sostegno finanziario agli studenti garantisce che l’istruzione a SAIS Europe sia accessibile, finanziariamente sostenibile e inclusiva per gli studenti internazionali più meritevoli, indipendentemente dal loro background sociale ed economico. La donazione degli Anderson finanzierà nuove borse di studio per gli studenti del master biennale che trascorreranno un anno a Bologna e un anno a Washington, nonché nuove borse di studio per gli studenti che frequenteranno gli altri programmi di master di uno o due anni presso il campus di SAIS Europe. 

Borse di studio per studenti triennali e assistenza ai viaggi

Gli attuali studenti dei programmi di laurea della Johns Hopkins beneficeranno di un potenziamento del JHU and SAIS BA/MA Tuition Fund, che fornisce un sostegno finanziario agli studenti che conseguono sia la laurea alla Johns Hopkins University che il Master a SAIS nell’arco di cinque anni e che entrano nel mondo del lavoro con un titolo professionale di alto livello. La donazione degli Anderson amplierà questo fondo e rafforzerà il sostegno accademico e istituzionale del programma BA/MA della JHU/SAIS. Rendendo il programma sostenibile e offrendo agli studenti undergraduate le più ampie opportunità possibili per studiare presso SAIS Europe a Bologna, si incrementerà la presenza di studenti undergraduate presso l’ateneo, fino a raggiungere un numero stabile di 20 studenti del programma BA/MA per anno accademico. 

Sviluppo delle strutture DEL CAMPUS-

Bologna

SAIS Europe creerà un campus di altissimo livello, aggiungendo quasi 3.000 metri quadrati all’esistente edificio. Il campus includerà più spazi di incontro, strutture per conferenze, un centro linguistico, ulteriori aule ed uffici, fondamentali sia per i docenti in visita da Baltimora e Washington, sia per gli attuali docenti e lo staff.

# # #

Johns Hopkins University:

La Johns Hopkins è la prima università di ricerca degli Stati Uniti. Da oltre 140 anni, Johns Hopkins è leader mondiale nell’insegnamento e nella ricerca, con nove divisioni accademiche – la Krieger School of Arts and Sciences, la Whiting School of Engineering, la Bloomberg School of Public Health, la Carey Business School, il Peabody Institute, la Paul H. Nitze School of Advanced International Studies e le scuole di Medicina, Infermieristica e Educazione – oltre all’Applied Physics Laboratory, una divisione non accademica che supporta la sicurezza nazionale e si occupa di scienza spaziale.


Johns Hopkins SAIS:

Divisione della Johns Hopkins University, la School of Advanced International Studies (SAIS) è un’istituzione globale che offre agli studenti una prospettiva internazionale sulle questioni critiche di oggi. Da 75 anni, la Johns Hopkins SAIS forma grandi leader, pensatori e professionisti delle relazioni internazionali. I leader pubblici e i dirigenti del settore privato si consultano con i docenti dell’ateneo, le cui idee e ricerche informano e modellano la politica. La Johns Hopkins SAIS offre una prospettiva globale attraverso tre campus: Bologna (Italia), Nanchino (Cina) e Washington (Stati Uniti). Il curriculum interdisciplinare della scuola è fortemente radicato nello studio dell’economia internazionale, delle relazioni internazionali e delle aree del mondo, preparando gli studenti ad affrontare le molteplici sfide di oggi. Per ulteriori informazioni, visitare il sito sais.jhu.edu o il profilo Twitter @SAISHopkins.

Lavoro e Formazione

Innovare il proprio modello di business in 3 mosse

L’Italia è in coda nella classifica dei Paesi più innovativi: a penalizzare, la mancanza di infrastrutture, di politiche a sostegno degli investimenti d’impresa e la scarsa conoscenza e dimestichezza con gli strumenti digitaliMaria Laura Albini, Partner di ARAD Digital, boutique di consulenza che ha da poco stretto una partnership strategica con il polo di riferimento […]

Read More
Lavoro e Formazione

Grandi dimissioni: perchè le aziende devono investire sull’intelligenza emotiva secondo HRCOFFEE

Nel secondo trimestre 2021 sono cresciute del +85% le dimissioni volontarie. Appare quindi cruciale che le aziende debbano investire sulle proprie risorse. Tra le competenze più richieste, l’intelligenza emotiva può fare la differenza sul luogo di lavoro. Perchè?  Crea empatia nei confronti dei colleghi, aiuta ad autoregolarsi e ad avere maggiore consapevolezza di sé, accresce […]

Read More
Lavoro e Formazione

Uno studio rivela i lavori migliori per la salute

Il venditore di lenti a contatto online, Lenstore, ha condotto un sondaggio per determinare quali sono le conseguenze del lavoro sulla salute fisica e mentale delle persone e rivelare quali sono le professioni migliori e peggiori per la salute.  I tecnici di emergenza medica, i paramedici e i dentisti si classificano tra le professioni più […]

Read More