G-GRAVITY APRE LE PORTE DEL SUO SPAZIO FISICO

 G-Gravity, hub phygital di Innovazione e Centro di competenza dedicato all’Healthcare, apre le porte dei suoi spazi ai player che operano nel settore salute, seguendo un approccio one-health e fornendo un’area fisica dedita all’innovazione. Un ambiente condiviso atto a supportare concretamente l’incontro tra startup, aziende e partner per favorire la contaminazione di idee innovative. 

Basato su una proposta collaborativa integrata e aperta, G-Gravity intende promuovere e incoraggiare l’accelerazione dei percorsi all’avanguardia offrendo uno spazio dedicato allo scambio e al confronto con i vari attori, sia nazionali che internazionali, dal forte carattere innovativo che gravitano nel settore health. L’hub, situato in Via Legnone, 4 a Milano, presenta una superficie di 1.000 metri quadri e si trova all’interno di uno storico edificio meneghino costruito negli anni ’30 su un progetto del rinomato architetto Giò Ponti. 

Il centro di innovazione risponde in modo preciso alle esigenze professionali degli ospiti ed è stato realizzato per facilitare esperienze lavorative corali. Non mancano, infatti, sale meeting e di co-design, spazi lounge e aree comuni oltre ai luoghi creati appositamente per ospitare eventi. Gli ambienti volti alla cooperazione sono diffusi e a libero accesso. La struttura è inoltre dotata di strumenti evoluti per la condivisione e la gestione anche da remoto di attività, tool digitali in piena evoluzione e in grado di privilegiare maggiormente l’incontro, soprattutto per le sessioni più generative.

L’architettura di G-Gravity è stata ideata per promuovere l’integrazione della community fisica con quella digitale denominata X-Know, dove gli innovatori di G-Gravity opereranno e svilupperanno idee, knowledge e iniziative in modalità collaborativa.

Gli ambienti di G-Gravity sono stati studiati nei minimi dettagli non solo per fornire un luogo confortevole ai professionisti che ne usufruiranno, ma anche per realizzare concretamente la nostra visione sull’hub ibrido dove fisico e digitale convivono e si completano. – dichiara Roberta Gilardi, CEO di G-Gravity Da una parte, la componente digitale consente di creare una rete di connessione, generare uno scambio tra i contributor e facilitare l’accesso a risorse esterne, come partner, mentor internazionali e altri ecosistemi che gradualmente si stanno integrando nel modello G-Gravity. Dall’altra, lo spazio fisico rappresenta un punto di interconnessione capace di promuovere l’incontro e l’apprendimento informale, la generazione di idee e lo scambio empatico”. 

In G-Gravity si potranno dunque organizzare eventi dedicati alla salute, creare nuove relazioni professionali grazie all’ampio network di startup, aziende e partner ed elaborare progettualità con workshop e contenuti semplicemente dividendo lo stesso spazio e necessità.

About G-Gravity Srl

G-Gravity è un hub di Innovazione e Centro di competenza caratterizzato da un approccio “ibrido”, fisico e digitale. La sua vision consiste nel portare l’innovazione ad un livello più avanzato, promuovendo e incoraggiando l’imprenditorialità e la collaboration in un modello aperto basato su competenze, knowledge e inclusività. La mission si focalizza, invece, su servizi che vanno dalla Strategia allo sviluppo di Business Ecosystems. G-Gravity si propone come partner di Open Innovation e Venture Building per Corporate e SME anche in logica “as a service”. Uno degli elementi fondanti della società è la Community di innovatori che si integrerà sulla piattaforma digitale proprietaria denominata X-Know. Soci fondatori: G2 Startups, Cube Labs, Innexto Asset Management, Akomi, So.ge.fid. Spa, HumanFactorX, Maurizio Goetz, Laura Gatti, Ugo Cosentino, Nicolas Diers, Francesco Rossi, Renato Del Grosso, Alessandro Belli, Stefano Laurenti e Carlo Brianza.

Per maggiori informazioni visita il sito 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Startup

Design4Parents, ecco i progetti premiati all’innovation contest dedicato ai neogenitori

 In foto il team Filo: da sinistra verso destra: Giorgio Sadolfo, Lapo Ceccherelli, Andrea Gattini e Stefania De Roberto A MIMMAGINO, il kit che aiuta genitori e bambini a sviluppare insieme l’immaginazione, e a Sleeby, il sistema che controlla il sonno, le menzioni d’onore. La giuria: “Abbiamo premiato i progetti che più hanno saputo leggere […]

Read More
Startup

Fabbricatorino, l’occhialeria made in Italy sostenibile e innovativa, conquista gli investitori e chiude il round da 1 milione di euro

In 8 ore raccolti 700.000 euro in equity crowdfunding sulla piattaforma Mamacrowd, raggiungendo l’obiettivo massimo. Nell’arco di 8 ore il brand torinese Fabbricatorino ha raccolto adesioni  tramite Mamacrowd 700.000 euro, raggiungendo l’obiettivo massimo della campagna.  I fondi andranno ad aggiungersi a 300.000 euro ottenuti attraverso la sottoscrizione di strumenti finanziari partecipativi, arrivando così a chiudere […]

Read More
Startup

Nasce ItaliaNFT la prima piattaforma italiana di vendita di NFT

Un progetto incentrato sul mondo dell’Arte e sulle eccellenze Made in Italy  Cambiare la reputazione del mondo degli NFT tramite la creazione di un market place unico nel suo genere, dove l’eccellenza italiana è protagonista assoluta. Lo stesso know how che si tramanda ancora nei laboratori e che crea un ponte tra passato e il […]

Read More