Caricami porta in Italia il business del powerbank sharing

La startup Caricami risolve la crescente nomofobia (paura di rimanere disconessi) con un network di stazioni di ricarica e powerbank sempre disponibili. Nata a dicembre 2019, vanta già una rete di stazioni di ricarica che ha già raggiunto sette regioni italiane con oltre 200 installazioni e ha già stretto collaborazioni con importanti player come Talent Garden, il Centro Diagnostico Italiano e Glovo. Per continuare a espandersi Caricami ha ora avviato una campagna di equity crowdfunding sulla piattaforma BackToWork24

Abbiamo incontrato il Ceo Filippo Zanetti. Ecco l’intervista:

Come nasce l’idea della vostra startup e quali sono stati gli step di crescita?

Al giorno d’oggi viviamo costantemente connessi, per lavoro e per ragioni personali. I nostri smartphone sono diventati sempre più centrali nella nostra vita, con display sempre più ampi e luminosi, fotocamere sempre più professionali e prestazioni sempre più avanzate. Il risultato è che spesso i nostri cellulari durano meno rispetto ai nostri bisogni. Caricami nasce per rispondere a questa esigenza, fornendo un servizio di ricarica in mobilità alle persone attraverso un network di stazioni di ricarica e powerbank sempre disponibili e a portata di app.

Il powerbank sharing è un mercato già presente e affermato in Asia, per questo motivo la prima attività che abbiamo svolto è stata un’attenta analisi di un partner che potesse supportarci dal punto di vista hardware (stazioni di ricarica e totem); la piattaforma software invece (server, app e piattaforma di gestione) è proprietaria e sviluppata internamente dal nostro team. Questo ci permette di essere estremamente flessibili verso i cambiamenti del mercato, e quindi di poterci adattare a nuove richieste e/o opportunità. Questo inoltre è stato un aspetto di chiara differenziazione rispetto ad altri competitor che invece hanno adottato soluzioni software (app) fornite dal fornitore delle stazioni di ricarica. 

Una volta pronta l’infrastruttura, abbiamo iniziato ad espandere il nostro network sul territorio e ad intraprendere collaborazioni con diversi partner. 

Ci spieghi come funziona in pratica il servizio?

Il servizio consiste nel noleggio di powerbank di 5000mAh per un periodo di tempo definito dal cliente attraverso l’applicazione (disponibile su play store e apple store) Caricami. L’app mostra sulla mappa le stazioni di ricarica posizionate negli esercizi pubblici e permette, attraverso la scansione di un codice QR presente sulle stazioni di ricarica, di estrarre una batteria e avviare il noleggio. Ogni batteria è dotata dei 3 connettori più diffusi sul mercato (micro USB, Type-C, Lightning) così da essere compatibile con qualsiasi modello di cellulare e tablet. 

Non avete paura che delle innovazioni tecnologiche (tipo autoricarica solare o superbatterie) rendano superfluo il vostro servizio?

Sicuramente le innovazioni tecnologiche arriveranno, Caricami però non è solo un servizio di ricarica. Grazie alla trasversalità del servizio, Caricami si presta a diverse tipologie di attività e collaborazioni, dalla semplice installazione di stazioni e totem di ricarica, a progetti di comunicazione, che vedono le stazioni di ricarica e i powerbank come strumenti di marketing, e servizi offerti ai propri utenti e collaboratori. 

Ci puoi illustrare il mercato in cui si muove la vostra startup? (cifre, la differenza del vostro servizio dai competitor e le prospettive future del mercato)

Il mercato di riferimento di Caricami è quello del powerbank sharing, un mercato un mercato nato in Cina nel 2014 con il boom della sharing economy, che ha aperto la strada per lo sviluppo del mercato in Europa e nel resto del mondo.

Sin dal 2017 in Cina sono stati investiti nel modello del powerbank sharing più di 200 M $ per un mercato che nel 2019 superava 1.5B $ di fatturato, 250 M di utenti e una penetrazione del servizio in centri commerciali e trasporti superiore al 50%. 

In Cina il powerbank sharing è diventato parte integrante della vita della popolazione nelle grandi e medie città con alte medie di utilizzo, costi per noleggio in costante crescita e due aziende con grandi Venture Capital che andranno in IPO nel 2022. 

Dal 2017, il powerbank sharing è stato il settore più in crescita nel mercato della sharing economy e, nel 2025, si stima che mondialmente raggiungerà 9.38B $. 

Adattando il modello di crescita cinese al mercato europeo ed italiano, si stima che questi potranno raggiungere nel 2025 un valore di 1B $ e 70 M $ rispettivamente, questo anche grazie all’esplosione dei vari servizi della sharing economy che rendono il mercato molto ricettivo e con grande potenziale (in Italia nel 2019 sono stati 4.5 M gli utenti della sharing economy, valore in aumento del 20% anno su anno).

In Italia, oltre a noi, è presente un altro player principale che ha però un modello di business prettamente B2C e dispone solo di stazioni di ricarica da 8 batterie. A differenza, il nostro è un modello di business B2C e B2B e disponiamo di un software e infrastruttura sviluppata internamente e una gamma di stazioni e totem di ricarica che ben si prestano a diverse tipologie di attività e collaborazioni.

C’è da aggiungere che, analogamente a quanto accade in altri settori della sharing economy, anche all’interno del powerbank sharing possono coesistere più player che si dividono il mercato.

Quale strategie di marketing avete adottato per far crescere gli utenti e quali stanno funzionando meglio?

Sin dal lancio di Caricami le principali attività di marketing sono state fatte a supporto della ricerca di lead B2B, essendo questo il segmento che spinge e facilita la stessa adozione B2C. Trattandosi di un servizio di prossimità è fondamentale una corretta distribuzione del servizio e la visibilità delle stazioni di ricarica nelle varie attività partner in modo che le persone vengano subito a conoscenza del servizio offerto. 

Esistono inoltre diverse attività che possiamo proporre agli esercenti con l’obiettivo di incentivare l’utilizzo: offrire il servizio gratuitamente ai propri clienti, comunicare speciali promozioni all’interno dell’app tramite messaggi e notifiche, mostrare sugli schermi pubblicità e speciali annunci. Inoltre all’interno dell’app è possibile mostrare la propria attività con un pin sulla mappa personalizzato in modo da differenziarsi visivamente dalle altre attività e fare capire subito agli utenti che in quel determinato esercizio commerciale sono presenti sorprese e/o promozioni speciali. 

Come vedete la vostra startup fra 5 anni?

Il nostro piano di espansione, nei prossimi 5 anni, prevede una costante e continua espansione territoriale in Italia. Siamo oggi in campagna di equity crowdfunding su BacktoWork proprio con l’obiettivo di raccogliere fondi per supportare e velocizzare la nostra crescita ed espansione geografica così da diventare il punto di riferimento in Italia per la ricarica in mobilità.

Dalla nascita di Caricami, nonostante le difficoltà riscontrate durante i mesi di pandemia covid-19, abbiamo continuato ad espandere la nostra rete di stazioni di ricarica raggiungendo oggi 7 regioni italiane, e a sviluppare collaborazioni con diversi partner che ci permetteranno di espanderci ulteriormente in futuro. 

Stiamo anche valutando partnership internazionali con aziende che condividano gli stessi ideali e visione per accelerare la presenza anche all’estero.

Quali consigli ti senti di dare a chi sta pensando allo sviluppo di un’idea innovativa da immettere sul mercato?

Per prima cosa fare bene i compiti e verificare la potenzialità dell’idea e l’esistenza di soluzioni simili sul mercato. Validare l’idea con persone vicine e progressivamente con i principali attori del mercato che possono dare una prima idea della possibile soluzione e iniziare a creare un prodotto Alpha/Beta.. Infine affidarsi a incubatori qualificati per farsi accompagnare in un percorso di crescita che permetta di potersi presentare a investitori e Business Angels per la raccolta di fondi. 

Filippo Zanetti – CEO | founder 

Team

Marco De Palma – Sales | Founder https://www.linkedin.com/in/depalmamarco/ 

Saverio Murgia – Product & App | Founder https://www.linkedin.com/in/saveriomurgia/ 

Luca Nardelli – Server & Infrastructure | Founder https://www.linkedin.com/in/lnardelli/ 

Gianmarco Stasi – Sales https://www.linkedin.com/in/gianmarco-stasi-ab18b34a/ 

Valentina Dell’Arciprete – Marketing & Operations https://www.linkedin.com/in/valentinada/ 

Link utili:

Campagna di equity crowdfunding: 

https://www.backtowork24.com/online-campaign.php?c=163-caricami

Sito:

Canali social:

Sito: Caricami.it

https://www.linkedin.com/company/caricami

https://www.facebook.com/caricamiofficial

https://www.instagram.com/caricamiofficial/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Startup

Design4Parents, ecco i progetti premiati all’innovation contest dedicato ai neogenitori

 In foto il team Filo: da sinistra verso destra: Giorgio Sadolfo, Lapo Ceccherelli, Andrea Gattini e Stefania De Roberto A MIMMAGINO, il kit che aiuta genitori e bambini a sviluppare insieme l’immaginazione, e a Sleeby, il sistema che controlla il sonno, le menzioni d’onore. La giuria: “Abbiamo premiato i progetti che più hanno saputo leggere […]

Read More
Startup

Fabbricatorino, l’occhialeria made in Italy sostenibile e innovativa, conquista gli investitori e chiude il round da 1 milione di euro

In 8 ore raccolti 700.000 euro in equity crowdfunding sulla piattaforma Mamacrowd, raggiungendo l’obiettivo massimo. Nell’arco di 8 ore il brand torinese Fabbricatorino ha raccolto adesioni  tramite Mamacrowd 700.000 euro, raggiungendo l’obiettivo massimo della campagna.  I fondi andranno ad aggiungersi a 300.000 euro ottenuti attraverso la sottoscrizione di strumenti finanziari partecipativi, arrivando così a chiudere […]

Read More
Startup

G-GRAVITY APRE LE PORTE DEL SUO SPAZIO FISICO

 G-Gravity, hub phygital di Innovazione e Centro di competenza dedicato all’Healthcare, apre le porte dei suoi spazi ai player che operano nel settore salute, seguendo un approccio one-health e fornendo un’area fisica dedita all’innovazione. Un ambiente condiviso atto a supportare concretamente l’incontro tra startup, aziende e partner per favorire la contaminazione di idee innovative.  Basato […]

Read More