La startup svizzera Authena insieme a Lonza Specialty Ingredients (lsi) per salvaguardare l’Industria agricola

Il settore agricolo è da sempre alle prese con la lotta alla contraffazione dei prodotti e la mancanza di trasparenza, con gravi conseguenze ambientali e perdite finanziarie in termini di miliardi.

Per proteggere i prodotti e garantire la trasparenza della supply chain, la startup svizzera Authena ha sviluppato una soluzione unica al mondo grazie a tecnologie blockchain-based. La società svizzera Lonza Speciality Ingredients (LSI) ha scelto di affidarsi ad Authena per salvaguardare l’industria agricola.

“A livello mondiale un prodotto su sei impiegato nel settore agricolo è contraffatto. In termini economici le perdite ammontano a 10 miliardi di dollari”, commenta Matteo Panzavolta, Fondatore e CEO di Authena.

“Per proteggere il nostro mercato, i nostri clienti e i consumatori, abbiamo stretto una partnership strategica con Authena, sviluppatrice di quella che consideriamo la migliore soluzione anticontraffazione al mondo”, continua Andrew Thompson, Global Head of Crop Protection, LSI.

TECNOLOGIA BLOCKCHAIN, SIGILLI ELETTRONICI E DIRECT COMMUNICATION

Authena ha sviluppato una tecnologia blockchain-based per tracciare la supply chain e garantire la comunicazione interattiva end-to-end tra produttori e utenti finali. La start up svizzera è in prima linea nella lotta alla contraffazione, le importazioni parallele e il dirottamento di prodotti farmaceutici. Grazie a trasmettitori NFC, che agiscono come un sigillo elettronico e sono più efficienti di soluzioni basate su QR code, i produttori possono certificare l’autenticità dei loro prodotti e monitorare in tempo reale movimenti non autorizzate delle loro merci. I consumatori possono verificare l’autenticità dei prodotti con un semplice click dal loro smartphone, utilizzando l’app gratuita o una connessione diretta NFC.

“Authena crea una copia digitale specifica per ogni prodotto, che viene memorizzata nella blockchain e che quindi non può essere modificata. Grazie alla comunicazione end-to-end, i produttori hanno anche l’opportunità di fornire informazioni agli utenti finali tramite descrizioni, immagini, audio o video. La nostra soluzione previene le frodi su tutti i livelli e contribuisce in modo significativo a migliorare l’interazione con i clienti”, prosegue così Matteo Panzavolta.

PRIMA FASE: LA COLLABORAZIONE INIZIA IN BRASILE

Inizialmente, Authena e Lonza Specialty Ingredients promuoveranno la loro collaborazione in Brasile, dove circa un prodotto agricolo su quattro è contraffatto. Per questo mercato specifico, Andrew Thompson intravede opportunità in diversi settori che saranno successivamente applicate anche in altre aree del mondo: “Come primo passo, abbiamo dotato i nostri prodotti di tag NFC interattivi. Questi permetteranno ai nostri clienti di controllare la provenienza dei prodotti, verificare se siano stati aperti o manomessi, il posizionamento all’interno della catena del valore e la scadenza e daranno informazioni su come utilizzarli.

Contemporaneamente, i dati generati ci forniranno un inventario dettagliato per essere sicuri che i prodotti non siano disponibili oltre la loro data di scadenza. Da un lato, questo consente di gestire la corretta pianificazione e, allo stesso tempo, ci offre l’opportunità di comunicare direttamente con i nostri clienti finali e assisterli. Inoltre, la tecnologia di Authena permetterà ai nostri clienti di pagare i prodotti solo quando li usano per ridurre e ottimizzare il capitale”, sottolinea Andrew Thompson.

IL ROLLOUT IN SVIZZERA E IN AMERICA LATINA

“Le nostre soluzioni sono specifiche e personalizzate per soddisfare le diverse esigenze e le richieste dei clienti. Il nostro obiettivo è assistere i produttori per proteggere i loro prodotti, la loro reputazione e, soprattutto, i loro clienti. La partnership con Lonza Specialty Ingredients, una delle aziende globali più innovative nella protezione delle colture, è in linea con la nostra mission e conferma il nostro impegno”, continua Panzavolta.

I partner hanno in programma di estendere ulteriormente la loro collaborazione e implementare la tecnologia sviluppata dalla startup svizzera in modo che le singole aziende agricole possano essere collegate digitalmente e in modo diretto a Lonza Specialty Ingredients. L’automatizzazione dei processi ridurrà i tempi di risposta e migliorerà l’efficienza, ottimizzando al contempo i costi. Dopo la prima fase di sperimentazione in Brasile, Authena realizzerà soluzioni personalizzate per Lonza Specialty Ingredients in tutta l’America Latina, Svizzera e altri Paesi.

A PROPOSITO DI AUTHENA

Authena è tra i principali provider di soluzioni blockchain-based al mondo per garantire il tracciamento della supply chain e migliorare comunicazioni interattive end-to-end tra produttori e utenti finali. Con sede a Zugo, in Svizzera, la startup è stata fondata nel 2018 e conta un team di 15 persone a livello internazionale. L’azienda è in prima linea nella lotta alla contraffazione dei prodotti, le importazioni parallele e il dirottamento di prodotti farmaceutici a livello globale. Tramite trasmettitori NFC, che agiscono come sigilli elettronici, i produttori possono garantire l’autenticità dei loro prodotti e monitorare in tempo reale le interazioni non autorizzate. Authena si impegna per realizzare strategie di produzione ecologiche e trasparenti e metodi commerciali sostenibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Startup

Design4Parents, ecco i progetti premiati all’innovation contest dedicato ai neogenitori

 In foto il team Filo: da sinistra verso destra: Giorgio Sadolfo, Lapo Ceccherelli, Andrea Gattini e Stefania De Roberto A MIMMAGINO, il kit che aiuta genitori e bambini a sviluppare insieme l’immaginazione, e a Sleeby, il sistema che controlla il sonno, le menzioni d’onore. La giuria: “Abbiamo premiato i progetti che più hanno saputo leggere […]

Read More
Startup

Fabbricatorino, l’occhialeria made in Italy sostenibile e innovativa, conquista gli investitori e chiude il round da 1 milione di euro

In 8 ore raccolti 700.000 euro in equity crowdfunding sulla piattaforma Mamacrowd, raggiungendo l’obiettivo massimo. Nell’arco di 8 ore il brand torinese Fabbricatorino ha raccolto adesioni  tramite Mamacrowd 700.000 euro, raggiungendo l’obiettivo massimo della campagna.  I fondi andranno ad aggiungersi a 300.000 euro ottenuti attraverso la sottoscrizione di strumenti finanziari partecipativi, arrivando così a chiudere […]

Read More
Startup

G-GRAVITY APRE LE PORTE DEL SUO SPAZIO FISICO

 G-Gravity, hub phygital di Innovazione e Centro di competenza dedicato all’Healthcare, apre le porte dei suoi spazi ai player che operano nel settore salute, seguendo un approccio one-health e fornendo un’area fisica dedita all’innovazione. Un ambiente condiviso atto a supportare concretamente l’incontro tra startup, aziende e partner per favorire la contaminazione di idee innovative.  Basato […]

Read More